A Roma il digitale ha già vinto

PRIMATO Sarà la prima grande capitale europea a passare interamente alle nuove tecnologie E i decoder hanno fatto «boom»

Mancano quattro giorni al passaggio di Roma al digitale terrestre, previsto per il 16 novembre. Un momento a suo modo storico per la televisione non solo italiana, dal momento che Roma sarà la prima grande capitale europea a «vivere» lo switch-off. A essere interessati dal cambiamento tutto il Lazio tranne alcuni comuni della provincia di Viterbo. E prima ancora che il passaggio sia definitivo, il digitale è già diventato la principale via di utilizzo della televisione, superando anche la tradizionale tv analogica.
«I dati Auditel di ottobre - sottolinea infatti in una nota Andrea Ambrogetti, presidente del consorzio di broadcaster DGTVi - dimostrano come Roma e il Lazio si stiano preparando adeguatamente a tale passaggio epocale. È la prima volta che in un’area che sta per affrontare lo switch off definitivo il consumo del digitale terrestre supera l’analogico: oltre il 40 per cento di cittadini romani e laziali utilizzano ormai abitualmente la tv attraverso il digitale terrestre rispetto a un 38 per cento che usa il vecchio analogico». Un dato che, in soli quattro mesi, ha triplicato la diffusione e l’utilizzo del digitale nella capitale (a giugno era del 14 per cento, secondo le elaborazioni dello Studio Frasi su dati Auditel).
Un ulteriore elemento che conferma la rapida diffusione del digitale - sottolinea ancora DGTVi - riguarda la vendita di apparati: nel mese di settembre, secondo le rilevazioni Gfk, è stato raggiunto un record storico di oltre 1,7 milioni di ricevitori Dtt (decoder esterni o integrati nel televisore) venduti in Italia. «Solo a Roma e nel Lazio - continua Ambrogetti - nel settembre scorso sono stati venduti 10mila ricevitori al giorno, superando le 300mila unità mensili. Un dato che conferma il superamento della soglia del 90 per cento della tv digitale in tutta la regione in vista dello switch-off di lunedì prossimo».
Fra il 16 e il 30 novembre con il Lazio si raggiungerà una tappa fondamentale nel processo di digitalizzazione della tv italiana che verrà completato entro il 2012: la popolazione coinvolta, 4,5 milioni persone, di cui 2,7 milioni nella sola provincia di Roma, potrà rivolgersi al numero verde gratuito 800022000 del ministero dello Sviluppo Economico che offrirà informazioni dal lunedì al sabato (esclusi i festivi) dalle 8 alle 20.