Roma, due accoltellati prima della finalissima Sono già 16 gli arresti

Un tifoso del Manchester accoltellato in zona Castel Sant'Angelo. Turista americano scambiato per fan aggredito a Ostia. Due supporter dei red devils arrestati dopo aver picchiato due agenti

Roma - Due accoltellati. Due inglesi in cella perché, ubriachi, hanno picchiato due agenti. In totale 16 gli arresti. Un tifoso inglese è stato accoltellato ad una gamba nella notte in zona del Lungotevere in Sassia. Il supporter del Manchester United, del quale ancora non si conoscono le generalità, è stato trasportato nel vicino ospedale romano Santo Spirito. Secondo quanto si apprende le sue condizioni non sono gravi e per lui la prognosi è di 10 giorni. L'episodio davanti all'hotel Atlantic in Via Vitelleschi, vicino a Castel Sant’Angelo. L’aggressione è avvenuta intorno verso le 2,30: il tifoso, riferisce il 118, ha riportato tre ferite da taglio sulla coscia destra e una ferita lacero contusa dietro la testa.

L'altro accoltellato L'altra vittima di aggressione è un americano, quest’ultimo scambiato per un supporter dei red devils. È già caccia agli inglesi per le strade della capitale, situazione, questa, che preoccupa di più le forze dell’ordine considerando l’antica rivalità tra tifosi del Manchester e quelli della Roma. A finire in cella infatti sono stati quattro giovani romani tra i 20 e i 22 anni, che hanno picchiato e accoltellato un americano di 23 la scorsa notte all’uscita da un pub a Ostia, sul litorale di Roma.

Due inglesi in cella Assisteranno alla partita da un televisore del carcere di Regina Coeli due tifosi inglesi, di 19 e 45 anni, che la scorsa notte hanno aggredito con calci e pugni gli agenti di polizia intervenuti in un pub in piazza Campo dè Fiori, nel centro storico della Capitale, perchè i due, ubriachi, stavano infastidendo i clienti del locale. A chiamare il 113 è stato il titolare del pub. I due supporter del Manchester United, a Roma per vedere la finale di Champions che la loro squadra giocherà questa sera allo stadio Olimpico, hanno aggredito i poliziotti che hanno riportate contusioni giudicate guaribili in sette giorni di prognosi dai medici dell’ospedale Santo Spirito. I due inglesi sono stati arrestati per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Altri arresti Tre spagnoli sono stati arrestati e tre denunciati perchè avevano manganelli e un giavellotto nella loro auto. Manette anche per quattro tifosi inglesi, due per avere mangiato nello storico Cafè de Paris e avere pagato con banconote false e due per avere aggredito dei poliziotti.

La sicurezza Già dalle prime ore della mattina pattuglie miste di poliziotti italiani, inglesi e spagnoli girano in città per garantire la sicurezza. Nonostante il divieto scattato ieri pomeriggio alle 17 di vendere alcolici e superalcolici, qualcuno ha aggirato l’ordinanza e la festa rischia di non essere del tutto analcolica: intorno a Fontana di Trevi, letteralmente presa d’assalto dai supporter dei due club finalisti, molti sono stati sorpresi a bere birre. Eppure dalle 23 di ieri è proibita anche la somministrazione: le norme anti alcol, in vigore fino alle 6 di domani, riguardano i locali del centro storico e a ridosso dello stadio. Scattate anche le limitazioni alla circolazione e alla sosta delle auto: off limits parte del centro e la zona Prati-Della Vittoria e tutte le aree a ridosso dello Stadio Olimpico.