Con la Roma e con Totti è di nuovo amore Amantino

Il brasiliano si gode un altro gol da favola e conferma: «Il gelo con Francesco? Acqua passata»

da Roma

Non si sono parlati per due anni, ma il dialogo in campo non è mai mancato. Insomma, compagni sul rettangolo verde, nemici fuori. E il «buon comportamento» in partita rendeva difficile l’intervento di Spalletti per smussare quei contrasti nati, pare, per questioni private. Oggi però il feeling tra Francesco Totti e Amantino Mancini sembra ritrovato definitivamente. L’abbraccio dopo il 2-1 al Real Madrid costruito dal capitano e finalizzato dal brasiliano dimostra che il passato è ormai alle spalle. E chiude un caso in realtà già risolto negli ultimi tempi. «Con Totti è tutto chiarito - ha confermato Amantino anche martedì sera -, c’è stato un litigio e per tanto tempo non ci siamo rivolti la parola, perché entrambi siamo orgogliosi. Ma in primo piano abbiamo sempre messo il bene della Roma». Sono stati loro a togliere la squadra dalle sabbie mobili della partita con il Real, non a caso il tecnico degli spagnoli Schuster li aveva indicati come i pericoli principali.
L’aria europea rigenera Mancini, che un anno fa regalò la splendida giocata al Gerland di Lione e che a dicembre segnò con il Manchester. Ma pure il Totti peggiore dell’anno è apparso in ripresa: gli sono bastati uno stop e un assist capolavoro per mettere il suo sigillo sulla partita, giocata (come lui stesso ha rivelato) con un principio di influenza. Circostanza stranamente smentita dai medici giallorossi.
Eppure il gelo calato tra i due lasciava presagire un possibile divorzio del brasiliano dalla Roma. Con Inter e Real alla finestra ad attendere gli eventi. La tensione tra Totti e Mancini, che covava in maniera più o meno latente, scoppiò in diretta tv. Durante la partita di coppa Italia con il Parma (era il 10 gennaio 2007) il brasiliano segnò il gol del vantaggio, ma i due s’ignorarono; Totti siglò il raddoppio su assist di Mancini e non solo non si abbracciarono, ma tornarono a centrocampo separati. E durante un derby l’ala mandò a quel paese Totti per un pallone fallito. Ai tempi della frizione tra Totti e Cassano, poi, il legame di Mancini con il barese lo fece entrare nel mirino di una parte della tifoseria. Infine la difficile trattativa sul rinnovo del contratto del calciatore sudamericano, che dovrebbe però arrivare a metà marzo.
Oggi il rapporto è ricucito, Mancini ha ritrovato l’amore (radio-gossip parla di un flirt con la Arcuri). Resta solo da proseguire, a braccetto con il capitano, l’avventura europea.