Per Roma un’estate all’insegna di lavori e cantieri

Per la terza estate consecutiva le strade di Roma saranno protagoniste di una massiccia opera di manutenzione e ristrutturazione. La scelta del periodo estivo, ha affermato il sindaco di Roma Walter Veltroni, ha come motivazione il tentativo di limitare al minimo il disagio per i cittadini, che nello stesso periodo si allonantano da Roma per le vacanze estive. Il programma dei lavori è stato presentato ieri in Campidoglio dallo stesso Veltroni e dall’assessore ai Lavori pubblici Giancarlo D’Alessandro.
Gli interventi di manutenzione interesseranno una superficie di 500mila metri quadrati di territorio capitolino: complessivamente 74 vie, di cui 41 di grande viabilità e 33 di viabilità locale. Tra le zone maggiormente interessate le vie del I municipio e dell’VIII. Il quartiere storico dell’Esquilino-Viminale subirà più che altro interventi mirati a una risistemazione estetico-funzionale.
A partire dal 1° agosto inizieranno con ogni probabilità anche i tanto attesi lavori su via Nazionale, che interesseranno per lo più il manto stradale. Da settembre riapriranno i cantieri alla stazione Tiburtina: il progetto è quello di realizzare un’aerostazione per i treni ad alta velocità. Non soltanto il quadrante del centro storico sarà rimesso a nuovo ma anche zone più periferiche come: Borghesiana, Torre Maura, Torre Angela, Pigneto, Rustica e Selva Candida.
Tra gli interventi previsti per le strade di grande viabilità: la risistemazione dei guardrail, dei marciapiedi, il riallineamento dei cigli stradali. I lavori programmati invece per le strade di ordinaria viabilità rientrano maggiormente nel tipo di interventi di ordinaria manutenzione tra questi: la sostituzione delle griglie di deflusso delle acque, il controllo del funzionamento della rete fognaria e la reintegrazione della segnaletica orizzontale.
Alcune strade abbandoneranno la storica pavimentazione fatta dei caratteristici sampietrini, per passare al più contemporaneo e di facile manutenzione asfalto. La tradizione sarà perpetuata grazie a una banda laterale del marciapiede completamente coperta da sampietrini. Ventuno scuole sono state inserite nel programma di ristrutturazione e si presenteranno più nuove e più efficienti a studenti e insegnanti.