Da Roma a Firenze per essere sfruttata

Si è conclusa bene a Firenze la vicenda di una ventenne romena che si era allontanata con due uomini dalla baracca in cui vive sulle sponde del Tevere e poi era stata da loro costretta a prostituirsi alla periferia del capouogo toscano. Con una telefonata alla madre, in un momento di distrazione dei suoi sfruttatori, la donna è riuscita a mettere sulle sue tracce i carabinieri della compagnia Eur. Arrestati i due uomini, un albanese e un pugliese.