Roma-Juve: gol e spettacolo L'Inter soffre a Livorno

Una doppietta di Totti non basta ai giallorossi. Del Piero fallisce un rigore ma Iaquinta acciuffa il pareggio (2-2). Stesso risultato per l'Inter a Livorno: per due volte in svantaggio si salva grazie a Ibrahimovic. <strong><a href="/a.pic1?ID=208225">E il Milan non sa più vincere</a></strong>

Una quarta giornata di campionato all'insegna dei pareggi per le big. La Roma fa 2 a 2 con la Juventus all'Olimpico, con il bianconero Iaquinta che a pochi minuti dalla fine rimedia alla doppietta di Totti riportando la situazione in perfetto equilibrio. L'Inter è fermata dal Livorno: i toscani per due volte si sono portati in vantaggio e i campioni d'Italia sempre ad inseguirli.

La doppietta di Totti non basta alla Roma - Finisce 2-2 il big match fra Roma e Juventus. La Juventus passa in vantaggio al 17’ con Trezeguet che anticipa di testa Mexes e batte il portiere giallorosso Doni sul primo palo. Ma la risposta della Roma è perentoria, grazie soprattutto a capitan Francesco Totti e alla sua formidabile doppietta: al 30’ si libera del controllo di Criscito e batte Buffon con il destro, Al 36’ il raddoppio, con un tocco fulminante sulla respinta del portiere bianconero. Del Piero fallisce l'occasione del pareggio sprecando un calcio di rigore al 49', concesso dall'arbitro per un fallo di Cicinho su Nedved. Ma i bianconeri riescono lo stesso a pareggiare con un colpo di testa di Iaquinta, su rimessa laterale di Chiellini, all'87'. Raggiante l'autore del gol del pareggio: "È stata una partita difficile. La Roma è una grande squadra, la più difficile da affrontare. Si poteva anche vincere, abbiamo sprecato molte occasioni, ma ci abbiamo creduto e abbiamo preso un pari importante. È andata bene così".

L'Inter pareggia 2-2 a Livorno - I campioni d'Italia non vanno oltre il pari al Picchi di Livorno. E per due volte si trovano a dover rincorrere. L'undici di Orsi passa in vantaggio dopo appena sessanta secondi di gioco, con il giovanissimo De Vezze che infila in porta "bevendosi" una difesa nerazzurra letteralmente imbambolata dopo un lancio di sessanta metri. Il pareggio di Ibrahimovic arriva al 35’: perfettamente servito da Maicon lo svedese spara un bolide dai sedici metri su cui Amelia non può nulla. Nella ripresa il Livorno passa di nuovo in vantaggio grazie alla rete realizzata su calcio di rigore da Loviso. Il pareggio dell'Inter arriva grazie a un altro rigore concesso per una trattenuta su Ibrahimovic. Lo svedese s'incarica del tiro dagli undici metri e insacca al 72’. "Nel primo tempo abbiamo dormito sul gol - ha riconosciuto Roberto Mancini -. Un lancio da sessanta metri non può scavalcare la difesa. Poi abbiamo iniziato a giocare, a creare tante occasioni, di cui quattro-cinque clamorose. Lì dovevamo fare qualche gol in più. Nella ripresa invece potevamo fare qualcosa di più".

Exploit di Fiorentina e Atalanta - Al Massimino il Catania perde in casa con la Fiorentina per 1-0. Il gol decisivo lo realizza Mutu. I siciliani le tentano di tutte per raddrizzare la partita e chiudono i viola nella loro metà campo per tutta la second aparte della gara, ma non possono nulla di fronte alla straordinaria giornata di grazia del portiere fiorentino Frey. A Bergamo il gol di Zampagna al terzo minuto di recupero regala all'Atalanta una vittoria ormai insperata con la Lazio. Tre punti che valgono il secondo posto in classifica per gli uomini di Del Neri.

Il derby di Genova - Questa sera occhi puntati sul ritorno nella in serie A del derby della Lanterna, dopo dodici lunghi anni di assenza. I blucerchiati si presentano con una difesa rimaneggiata, mentre i rossoblu sono alla ricerca della loro prima vittoria.

Risultati 4^ giornata

Udinese-Reggina 2-0
Milan-Parma 1-1
Atalanta-Lazio 2-1
Cagliari- Palermo 0-1
Catania-Fiorentina 0-1
Empoli- Napoli 0-0
Livorno-Inter 2-2
Roma-Juventus 2-2
Torino-Siena 1-1
Sampdoria-Genoa 0-0

Classifica

Roma 10
Inter, Fiorentina, Atalanta 8
Napoli, Juventus, Palermo, Udinese 7
Milan 6
Sampdoria 5
Torino, Cagliari 4
Lazio, Parma, Genoa 3
Catania, Siena, Reggina, Empoli, Livorno 2