Roma-Lazio: sugli spalti 500 steward «addestrati»

Ok agli striscioni, ma non dovranno essere offensivi

Derby Roma-Lazio, ecco il piano di sicurezza. Da domani mattina Olimpico in mano alle forze dell’ordine, controlli della Digos, telecamere in funzione. Domenica presidi fissi fuori e cinquecento steward all’interno dello Stadio ad affiancare le forze dell’ordine. Le misure di sicurezza per la stracittadina sono state messe a punto dal comitato per l’ordine pubblico convocato ieri a Palazzo Valentini dal prefetto Serra.
Vigili urbani, polizia e carabinieri in divisa presidieranno i cancelli esterni (Curva Sud, Farnesina, via De Bosis). Agenti in borghese cento metri più avanti sederanno eventuali tafferugli fra opposte tifoserie. I controllori dei biglietti saranno dotati di palmari per snellire le code ai tornelli. Alle forze dell’ordine si aggiungeranno all’interno dell’Olimpico 500 steward che faranno filtro tra un settore e l’altro.
Pronti anche il piano per la viabilità, affidato ai vigili urbani, le vie di fuga, la sorveglianza del territorio attorno allo stadio. L’Olimpico sarà presidiato già da sabato mattina e verrà sorvegliato anche con l’aiuto delle telecamere fino a dopo la conclusione del derby. All’andata la partita fu giocata in posticipo serale, questa volta si giocherà alle 15 per disposizioni della Lega. «Ma i problemi ci possono essere anche alla luce del sole - rileva il Questore Fulvi - Se qualche frangia violenta vuole creare fastidi, lo fa alle 15 come alle 21». Tuttavia il clima è disteso: «Le tifoserie, anche quelle più violente, sono molto cresciute, - sottolinea il Prefetto - hanno compreso il danno che producono alle società». «D’accordo con le forze dell’ordine - annuncia Serra - si è deciso di non essere rigorosi sugli striscioni. Tutti quelli che non presentano estremi di reato e che non sono particolarmente offensivi potranno andare sugli spalti. Gli striscioni sono il sale del calcio, come i cori. Impedire il folklore significherebbe uccidere il calcio».
I biglietti saranno in vendita fino a domenica (ore 13 negli As-Roma Store; ore 15 nelle ricevitorie L.I.S. e Gran Teatro). Come stabilito dalle recenti norme antiviolenza, potranno essere acquistati massimo 4 biglietti a persona e, al momento dell’acquisto, è obbligatorio presentare un documento di identità. Non ci sarà il pienone. Troppo ravvicinata la finale di Coppa Italia fra Roma e Inter mercoledì.
Serra ha anche parlato del futuro dell’Olimpico: «Dobbiamo dare più poteri agli steward, le forze dell’ordine stanno tenendo corsi appositi per loro».