Roma-Lazio dal Viminale ok per il derby alle 20,30

Colpo a sorpresa dell'Osservatorio del Viminale che dopo moltissime limitazioni imposte dall'inizio della stagione ha dato il via libera alla disputa del derby romano in notturna e senza limitazioni alla vendita di biglietti. Galliani protesta

Roma - Dopo una serie di limitazioni il Viminale cambia linea. Il derby Roma-Lazio si giocherà regolarmente alle 20.30 di mercoledì 31 ottobre. Il via libera alla notturna è arrivato dall’Osservatorio sulle manifestazioni sportive del Viminale, che ha assegnato all’incontro rischio 3. L’osservatorio, inoltre, non ha disposto alcuna limitazione per la vendità dei biglietti.

Galliani protesta "È incomprensibile che non si possano vendere a Milano i biglietti di Milan-Roma oltre le 19 del sabato precedente alla partita". L’amministratore delegato della società rossonera, Adriano Galliani, prima del suo ingresso in Figc per il consiglio federale, torna a parlare della decisione presa dall’Osservatorio che ha attribuito il massimo rischio, livello 4, per la partita Milan-Roma, disponendo, per i tifosi ospiti, la vendita singola dei tagliandi e il divieto di cessione del titolo, nonchè, per tutti, la chiusura della vendita dei biglietti alle ore 19 del giorno precedente la gara. "Tutto è a norma nel nostro stadio - ha aggiunto Galliani - e quindi non riesco proprio a capire la decisione presa dall’Osservatorio. Se qualche tifoso del Milan volesse comprare un biglietto nella domenica del match, secondo questa norma, a me incomprensibile, non potrebbe farlo".

Ritorno alla normalità "Spero che questo possa essere il campionato di calcio del pieno ritorno alla normalità". Lo ha detto il capo della polizia, Antonio Manganelli, al termine della riunione al Viminale con i presidenti di Fgci e Lega calcio, Giancarlo Abete e Antonio Matarrese. "Qualche problemino - ha spiegato - lo abbiamo registrato ma c’è un esponenziale decremento degli incidenti, con un calo dell’80% degli agenti feriti durante le manifestazioni sportive". La normalità, ha sottolineato Manganelli, "non si acquisisce per contratto o per accordo tra persone di buonsenso. C’è una frangia di facinorosi che vuole turbare l’ordine pubblico e lo spettacolo: noi siamo impegnati sul piano delle indagini e del mantenimento dell’ordine pubblico per arrivare al traguardo della piena normalità alla fine di questo anno".