«Roma-Milano, nasce l’asse delle capitali»

E ora nasce l’asse Milano-Roma. «Al nuovo sindaco vanno le mie più vive congratulazioni e i miei auguri di buon lavoro» saluta la vittoria di Gianni Alemanno la collega Letizia Moratti. «La sua conoscenza sul campo dei problemi dei cittadini romani e il forte impegno dimostrato nell’affrontarli sono stati premiati. Il valore della persona e la difesa dei più deboli che motivano l’attenzione alla sicurezza e alla legalità nell’accoglienza, il decoro urbano, la bellezza della città, il recupero delle periferie sono temi su cui Alemanno si è speso senza riserve. Questioni urgenti che accomunano tutte le grandi città e su cui può nascere un’utile collaborazione per unire le esperienze e le buone pratiche e per stimolare il governo a essere sempre più vicino alle persone». Di un «motivo di orgoglio per An e per tutto il centrodestra che per la prima volta si afferma sia a Roma che a Milano» parla Riccardo De Corato. «Sui temi più sentiti come la sicurezza, la famiglia, la casa, ci sarà ora una proficua collaborazione tra le due grandi metropoli». Per il capogruppo di An a Palazzo Marino Carlo Fidanza che ha seguito lo spoglio a Roma nel comitato elettorale di Alemanno, «è una grande vittoria per tutti i romani, ma anche per Milano. Finisce la stagione della contrapposizione tra due modelli di gestione e comincia un gemellaggio all’insegna del buongoverno. Moratti e Alemanno, con il supporto del governo nazionale, sapranno dimostrare che l’amministrazione virtuosa dei territori sarà il volano per il rilancio definitivo della nazione».