«Roma Motor Show», sessant’anni rombanti

Eleganza e motori. Compie sessant’anni, confermandosi così il più longevo dei saloni del genere, il Roma Motor Show, evento capitolino dedicato alla motoristica internazionale, che si tiene da oggi a domenica al Foro Italico. A idearlo fu, nel giugno del 1947, Michele Favìa del Core, fondatore della rivista Motor, che volle organizzare un concorso di eleganza della carrozzeria al Pincio, rimasto location ufficiale della rassegna fino a dieci anni fa. Molte le firme che qui hanno fatto il loro debutto, da Pininfarina a Bertone. Oggi, con sessanta anni in più, la stessa famiglia ai vertici dell’organizzazione e una collocazione più consona ad accogliere i circa centomila visitatori attesi, la manifestazione è diventata un punto di riferimento internazionale per addetti ai lavori e appassionati.
Di tutti i tipi i motori. Dall’esordio, limitato alle macchine, infatti, si è passati ad una più ampia accezione del concetto di mobilità - e delle sue espressioni - che, pur puntando sulle quattro ruote, dedica grande spazio a moto, kart, quad - da testare in pista - veicoli elettrici, accessori, modellismo radiocomandato, tuning, ossia l’arte di personalizzare con modifiche esterne ed interne il proprio veicolo e, da quest’anno, mini car, vista la loro diffusa presenza sulle strade capitoline e non solo. Con trecento espositori, il salone ospita auto d'epoca ma anche le ultime nate di diverse case automobilistiche, da Bmw e Jaguar, passando per Fiat, Honda, Mercedes Benz, Corvette e Lotus, fino ad arrivare alla cinese Great Wall. Articolato il calendario degli eventi, che celebra l’anniversario con numerose novità. Si comincia questo pomeriggio con il Motor Award, una sorta di serata degli Oscar di settore. Seguirà la prima edizione di Miss Roma Motor Show, selezione della più bella tra trenta ragazze che raggiungeranno la giuria a bordo di altrettante Ferrari del Club Passione Rossa. Prima edizione pure per il Pro Eco Rally Raid, che prenderà il via domani mattina al Foro Italico per due giorni di gara di regolarità «ecologicamente corretta» riservata ai fuoristrada, che si disputerà a San Marino. In serata, «bellezze» in passerella con la sfilata e le esibizioni di auto, moto, quad, minicar e veicoli elettrici. Grande attenzione sarà puntata sul tuning con Power & Style Motor Challenge, trofeo di carrozzeria e elaborazione meccanica per veicoli modificati. Ancora novità, domenica mattina, con il modellismo radiocomandato e la prima gara off-road nazionale di Monster Truck. Nella stessa giornata sono previste la sfilata di mezzi speciali di esercito, guardia di finanza, carabinieri e altri corpi di stato, la parata di Fiat 500 e la rassegna storica di Mg car club d’Italia. Evento clou dell’intera manifestazione, lo storico concorso di eleganza per auto e moto d’epoca. La manifestazione chiuderà all’insegna del fashion con il ModAutoGala, sfilata di auto di serie e capi di alta moda a cura dell’Accademia Altieri, affiancata dal cosiddetto «parallelo», con cui è già stato festeggiato il cinquantenario, che, nel tentativo di raccontare la storia dell’automobile, accosta i veicoli più rappresentativi di ogni epoca ai corrispettivi attuali.
Non mancano appuntamenti per i più piccoli. È giunto alla quinta edizione «Rosso giallo verde», mini-circuito, gestito da animatori, per insegnare l’educazione stradale a bambini da tre a dodici anni. Non solo motori. All’interno dei diversi punti ristoro sono previste esibizioni di barman acrobatici. L’ingresso al Roma Motor Show è gratuito.