Roma-Napoli bloccata quattro ore

La linea ferroviaria Roma-Napoli è rimasta bloccata ieri pomeriggio a partire dalle 16,30 e per circa quattro ore all’altezza di Cisterna di Latina a causa del ritrovamento di un cadavere sui binari. Secondo le prime informazioni la vittima, non si sa ancora se un uomo o una donna, si sarebbe gettata sotto al treno proveniente dalla capitale. Per gli accertamenti sono intervenuti sul posto gli agenti del commissariato di polizia di Cisterna, coordinati dal vice questore Edoardo Menghi, ma al momento non si conoscono ulteriori particolari sull’accaduto. In serata il traffico ferroviario è stato deviato sulla linea di Cassino con un inevitabile aumento dei tempi di percorrenza per i passeggeri. Non si tratta del primo caso di ritrovamento di cadavere sulla Roma-Napoli. Nella tarda serata dello scorso 9 aprile il corpo di una donna era stato trovato steso tra i binari della linea ferroviaria tra Latina e Cisterna. In quell’occasione la vittima era stata investita da un convoglio. Infine il 4 marzo furono trovati resti umani nei pressi della stazione di Formia. Convogli fermi tre ore