Roma-Napoli, ritardi per un furto di rame

Forti ritardi ieri sul tratto ferroviario Roma-Napoli via Formia a causa di una manomissione ad apparecchiature elettriche compiuta da ignoti all’altezza di Campoleone. I disagi sono cominciati alle 7.40 con ritardi fino a 60 minuti, per un tentativo di furto di «tracce di rame» tra Cisterna di Latina e Campoleone. Nel primo bimestre del 2007 le Ferrovie dello Stato hanno registrato oltre 120 furti di rame in tutta Italia. È quanto comunica una nota di Ferrovie dello Stato facendo cenno ai ritardi di ieri. «Nel biennio 2005-2006 - si legge in una nota delle Fs - tali episodi sono stati quasi 2.000 e hanno provocato un danno economico diretto stimato in oltre 12 milioni di euro. Cifra che comprende il valore del rame sottratto, i costi per gli interventi di ripristino delle trecce e i rimborsi ai viaggiatori coinvolti nei ritardi, diretta conseguenza di questi furti».