Roma, operaio in manette Denunciato dalle figlie: "Subiti abusi da 10 anni"

Le due ragazze hanno 17 e 18 anni. Quando è stato arrestato dai carabinieri di Tivoli l'uomo, un romano di 40 anni, stava preparando la valigia per fuggire

Tivoli - Un vero e proprio inferno. L'hanno vissuto due ragazze di 17 e 18 anni, che per anni sono state abusate sessualmente dal proprio padre, un romano di 40 anni. Dopo tanti anni finalmente le giovani hanno trovato il coraggio di uscire allo scoperto, denunciando le violenze: i carabinieri di Tivoli hanno arrestato l'uomo interrompendo quegli abusi iniziati quando le due ragazze non erano ancora adolescenti. Il gip del tribunale di Roma ieri ha convalidato il fermo confermando la custodia cautelare nel carcere di Rebibbia.

Le ragazze sono dalla madre Le due giovani donne, sulle quali il riserbo dei militari è assoluto per cercare di tutelarne l’identità, sono rimaste con la propria madre nella loro abitazione, nella periferia est di Roma. I carabinieri, ricevuta la denuncia delle due sorelle, si sono recati nell’abitazione dell’uomo, che di professione fa l’ operaio, e lo hanno bloccato mentre stava preparando la valigia probabilmente per fuggire all’arresto.