«Roma ore 11», inizia l’inchiesta di Elio Petri

Torna al Crt Salone Emma Dante che da questa sera, con la sua compagnia Sud Costa Occidentale darà vita a Il Festino, uno spettacolo che racconta di solitudini e di follia. A un passo dal sogno, in scena al Teatro Nuovo da domani, è la versione musical del romanzo omonimo di Chicco Sfondrini e Luca Zanforlin ispirato alle vicende dei protagonisti del reality show Amici. Roma ore 11 è un lavoro corale presentato da un quartetto al femminile da martedì al Teatro dell'Elfo; Manuela Mandracchia, Anna Gualdo, Sandra Toffolatti e Mariangeles Torres sono le protagoniste dell'inchiesta che Elio Petri condusse per conto del regista De Santis su un tragico fatto accaduto a Roma nel 1951. Mentre 200 donne erano in fila per rispondere all'annuncio di un posto di lavoro da dattilografa, la scala all'interno della palazzina crolla, provocando la morte di una ragazza, settantasette rimasero ferite. Sarà Iaia Forte a calcare le tavole della scena della Sala Fontana dove da giovedì vestirà anche i panni del regista della messinscena di Erodiade di Giovanni Testori. Alla Fabbrica del Vapore sarà l'autore Marco Di Stefano a dirigere da martedì Ceckpoint. Al Teatro alle Colonne mercoledì sarà la volta di Wireless/Turnodinotte di Francesca Palenzona e Raffaele Rezzonico. La compagnia dei Senzanome da giovedì sarà ospite del Teatro Blu dove darà vita a L'Ultima cena-Storie di mensa, lavoro scritto e diretto da Max Chianese. Giovedì la scena del Teatro Caboto sarà consacrata all'opera con la presentazione di Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti; diretto da Giancomo Agosti, la messinscena conserva i toni e gli uomini originali. Al Teatro Alfredo Chiesa dal 21 Danilo Ghezzi presenta Le Troiane di Euripide. All’Olmetto Fabio Banfo mette in scena da giovedì il Don Giovanni di Molière. Madeinchina di Roberto Capaldo è l'incredibile storia di due poveri contadini che abbandonano la campagna in cerca di fortuna, in programma venerdì al Teatro Officina. Venerdì la compagnia si confronterà con la poesia del bardo mettendo in scena Visioni di Shakespeare, spettacolo tratto dal Sogno di una notte di mezza estate; diretto da Caterina Simonelli, l'allestimento mette l'accento sugli aspetti simbolici, magici psicologici e profondamente teatrali del testo.