Roma, una «palestra» per 300mila

Una palestra a cielo aperto. Si è presentata così ieri Roma ai romani rimasti in città e ai tanti turisti presenti. Dal centro alla periferia, infatti, sono stati allestiti campetti di volley, basket, calcetto e tante altre discipline in strade, piazze e parchi della città. L’occasione è stata duplice: la domenica ecologica, in concomitanza con la Giornata mondiale dell’ambiente, e conseguente centro storico chiuso alle auto, e la terza edizione di «Sport a Roma» che, secondo il Campidoglio, ha coivolto almeno 300mila persone tra adulti e bambini. Anche il sindaco Walter Veltroni ha voluto seguire di persona una delle iniziative sportive, quella a Villa Pamphili dove tanti ragazzi e bambini si sono cimentati in partite di mini-volley e di calcio, mentre gli adulti facevano ginnastica a ritmo di musica sul prato. Con il sindaco anche il presidente provinciale del Coni Riccardo Viola, il presidente del XVI municipio Fabio Bellini e il presidente della commissione sport del consiglio comunale Enzo Foschi. «Ieri - ha detto Foschi - sono stati tantissimi i romani che hanno praticato un qualche sport. Si è sfatato così un altro luogo comune, quello che i romani sono pigri». Anche nel centro, con il cuore in via dei Fori Imperiali, molti hanno approfittato dello stop alle auto per passeggiare o andare in bicicletta.