Roma, Ranieri : piedi per terra o...

L’allenatore giallorosso vuole concentrarsi sulla gara di domani con il Palermo per cui
avrà a disposizione anche Totti.  "Lo vedremo, lo
gestirò come potrò, ho già parlato con lui e ci parlerò ancora. Francesco è uno di quei giocatori che vogliono
giocare sempre, lui mette sempre il cuore"

"Le scommesse fatele voi, noi dobbiamo lavorare e lottare con noi stessi". Non chiedete a Claudio Ranieri di puntare un euro sulla vittoria del campionato della Roma. L’allenatore giallorosso vuole concentrarsi sulla gara di domani con il Palermo per cui avrà a disposizione anche Totti (che in settimana si era fermato per un problema al tendine del ginocchio destro e per cui sta seguendo una cura antinfiammatoria oltre ad un lavoro specifico).

"I nostri obiettivi? Rimanete con i piedi per terra, altrimenti scivolate". Fa dell’ironia Ranieri riferendosi anche alla nevicata che si è abbattuta sulla capitale e che ha impedito alla squadra di allenarsi sul campo. La notizia di oggi è sicuramente la convocazione di Totti per la partita di domani. "Domani lo vedremo, lo gestirò come potrò, ho già parlato con lui e ci parlerò ancora. Francesco è uno di quei giocatori che vogliono giocare sempre. Ci sono calciatori che ti sanno dire se stanno bene o male, lui mette sempre il cuore, il suo essere capitano e la sua voglia di dare l’apporto alla squadra sono al di sopra di tutto e questo per lui non va bene. Quindi dovrà essere l’allenatore a decidere".

Totti potrebbe andare in panchina, per non correre rischi visto che Vucinic e Baptista sono a disposizione. Per la Roma non sarà una partita facile quella di domani, come spiega Ranieri. "Il Palermo, a parte la partita persa con il Bari, era da novembre che non perdeva. Ha fatto ottimi risultati, è in salute, determinata e pratica. Davanti poi ha giocatori di valore, Miccoli e Cavani e un gioiello come Pastore. E poi Delio Rossi, uno navigato e che conosce la Roma come le sue tasche".