Roma rimonta Avellino e accarezza la finale Milano all’ultima chiamata

Roma mette la seconda tacca sulla sua pistola espugnando il campo di Avellino (78-85), risalendo dal meno 14 del primo quarto, costruendo la partita sull'energia di Ibrahim Jaaber (13), sul solito Hawkins (19) e su Roko Ukic (18). Avellino si spegne come una candela, l'assenza di Righetti costa più di quella del febbricitante Fucka dall'altra parte. Sbaglia ancora partita Williams, fa quasi tutto bene Lorbek (14) a parte il quinto fallo in attacco.
Questa sera dovrebbe chiudersi sul campo di Siena la stagione di un'Armani ormai sfinita contro i campioni che sono pronti per il secondo tre a zero del loro play off. Per Milano la stagione iniziata male e finita in Europa grazie al lavoro di Attilio Caja adesso il vero problema è il futuro. Tutti aspettano che Corbelli, finalmente, ceda la società a Giorgio Armani, molti sperano che la nuova proprietà riesca a convincere Danilo Gallinari, così come gli hanno chiesto a gran voce i 7000 del Forum, a restare un altro anno in Italia rinunciando alla Nba, anche se a New York lo aspetta Mike D'Antoni. Certo di penderà molto dalle scelte societarie perché ancora non si è capito a chi, fra Djordjevic e Meneghin, verrà affidata la società più scudettata d'Italia. Anche questo sarà molto importante per le scelte del giocatore dell'anno che per restare vorrebbe garanzie su una squadra davvero competitiva in Europa, che per rinunciare al grande salto avrebbe bisogno di una stagione dove crescere ancora tecnicamente e fisicamente, perché il problema per lui, al momento, è soltanto questo.
Il tabellone dei playoff: Avellino-Roma 78-85 (serie 0-2); Siena-Milano (ore 21, Sky 202) serie 2-0.