Roma Sinfonietta tra Bellini e Pergolesi

Si avvia a conclusione la stagione dell’associazione Roma Sinfonietta all’Auditorium dell’università di Tor Vergata. Gli ultimi concerti vedranno sul palcoscenico l’Orchestra Sinfonica Abruzzese diretta da Luciano Bellini, e con la partecipazione del cantattore Nando Citarella, il 3 aprile alle ore 18: in programma «Pulcinella and Karagoz suite», «Serenate canzoni di giacca e d’amore» di Lorenzo Bellini. La «Pulcinella and Karagoz Suite» è una vivace sintesi musicale dei vari sapori mediterranei e un modo leggero per affrontare con il sorriso il tema delle integrazioni culturali. Il 9 aprile alle 18, l’auditorium ospiterà un recital del pianista Carlo Guaitoli, che eseguirà brani di Chopin, di Janacek e di Skrjabin. Il 16 aprile, sempre alle 18, saranno in concerto i KlezRoym, primo gruppo italiano di musica klezmer che, partendo dalla riscoperta del patrimonio musicale askenazita e sefardita, propone contaminazioni fra diverse culture musicali (mediterranea, mediorientale, italiana), costruendo un suggestivo ponte sonoro tra musica etnica e jazz contemporaneo. Il 23 aprile, infine, l’orchestra Roma Sinfonietta, con la partecipazione del soprano Cinzia Forte e del contralto Sara Mingardo, sarà diretta da Giuseppe Sabbatini per il concerto che conclude la rassegna. In programma lo Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi e la Suite dal balletto Pulcinella di Igor Stravinski. Giuseppe Sabbatini, dopo una iniziale attività come contrabbassista e vari riconoscimenti per l’attività di cantante, debutta in questo concerto nel ruolo di direttore.