Roma Spalletti sicuro: «Il peggio è passato»

«Il peggio è passato, la Roma è pronta a ripartire». Luciano Spalletti è convinto: la vittoria nel derby, definita dal tecnico «la partita per eccellenza», sembra aver ridato la spinta giusta alla squadra per riprendersi. «Ho visto segnali importanti dai ragazzi, vincere una partita come quella con la Lazio ti dà la certezza e le qualità che servono - sottolinea l’allenatore giallorosso -. Ho dei ragazzi che se ne rendevano conto e hanno aspettato il momento giusto per spingere su quelle qualità».
Per una Roma ancora senza vittorie in campionato lontano dall’Olimpico, la sfida di Lecce (dieci in punti in casa sui dodici finora conquistati) è però insidiosa. Lo sa bene Spalletti («Beretta lo conosco da quando allena il Siena, è un allenatore giovane che ha delle idee»), lo sanno bene i tre ex della Roma, Cassetti, Tonetto e Vucinic (per la prima volta da avversario in Puglia), che potrebbero essere tutti in campo dall’inizio. Ma il montenegrino rischia il posto se Pizarro verrà schierato trequartista e Julio Baptista seconda punta al fianco di Totti, con il ritorno da titolare di Taddei. Ieri il cileno si è fermato prima della partitella, gli è stata applicata una borsa del ghiaccio sul ginocchio destro e dopo alcuni minuti ha abbandonato il rettangolo di gioco. Spalletti ha minimizzato: «È un problema di poco conto», quindi l’impiego del centrocampista sembra certo.
Torna tra i convocati Aquilani, ancora in attesa di rinnovare il contratto e che strizza l’occhio alla Juve (al momento non interessata al giocatore). Assenti sicuri invece Perrotta, squalificato ma colpito ieri da una tacchettata in uno scontro fortuito con Juan, e Panucci, che non si è allenato per tutta la settimana a causa di un ematoma al ginocchio (Spalletti lo ha risparmiato in vista di Cluj). In partitella gran gol di Baptista in mezza rovesciata su assist di Totti. Simpatico siparietto quando Mexes si è accorto di aver perso un orecchino in campo. Tutto lo staff tecnico lo ha aiutato a cercare il prezioso oggetto che, però, non è stato recuperato. Intanto il norvegese Riise, protagonista di un negativo inizio di stagione, ha escluso un suo ritorno in Premier League nel mercato di gennaio.