Roma, Tecno Service senza rivali

Il team mette a segno un irraggiungibile 92 netto

Il percorso romano di Parco de’ Medici ha ospitato la seconda delle quattro semifinali del Challenge, quella “riservata” alle squadre del Centro Italia. Anche se, come da abitudine, diverse sono state le “incursioni” anche dal Nord. Le bizze del tempo avevano fatto temere il peggio, con la vigilia funestata da un vero e proprio nubifragio che aveva impedito a molti team, arrivati in anticipo nella capitale, di provare il campo.
Il giorno della gara – l’8 settembre - il tempo è stato più clemente: la sottile ma innocua pioggerellina, caduta per metà giornata, non ha intralciato il regolare svolgimento del Torneo.
Le 28 squadre in gara si sono alternate sul tee della buca 1 dalle 8.40. Al desk, allestito all’interno della club house; l’accoglienza dei giocatori ha riservato la gradita sorpresa di un apprezzato cappellino Audi (sponsor del circuito e presente con la concessionaria locale e con le ultime novità della casa tedesca) e di un utile portachiavi donato dalla storica squadra Simar, che ogni anno presenzia con un gadget alle fasi semifinali del circuito. In tenda ospitalità, allestita all’aperto, le copie di Golf & Turismo del mese di settembre, il Giornale fresco di stampa e le palline Dunlop Golf logate.
Il caricamento dei risultati, in tempo reale, aveva subito messo in luce un punteggio netto importante, rimasto imbattuto per buona parte della giornata. Come si sa, però, il golf è sport imprevedibile. Così nel giro di pochi minuti anche a Roma l’86 netto di Gimat, solo in vetta per buona parte della giornata, ha dovuto a malincuore cedere il posto a performance migliori. Un altro 86, ma con un migliore score sulle seconde nove buche, messo a segno dalla Crisel instrument (tutti giocatori soci del circolo), l’87 di Bioecologica Costruzioni e infine l’irraggiungibile 92 netto di Tecno Service.
La qualifica sulla classifica lordo va a Cassia Gas (C. Usai, F. Usai, C. Tombini, A. Sterbi), per ben tre edizioni la stessa squadra; questo anno nessuno è riuscito né ad eguagliare né a superare il risultato di 74 lordo, messo a segno dal team del Golf Club Le Querce.
Quality Partner con 42 ha vinto il premio Eurosystem per le seconde migliori nove buche, ad Adriano Melgari di Studio Associato Maffei il Driving Contest.