Roma Uccide un uomo e prende il taxi

È ancora avvolta nel mistero l’esecuzione in stile mafioso di un pensionato, l’altra notte a Roma, a due passi dal Colosseo. L’uomo, 64 anni e incensurato, è stato freddato con un colpo di pistola alla nuca. L’omicidio è avvenuto in largo Corrado Ricci: il killer, un calabrese di 27 anni con diversi precedenti penali, si è costituito ai carabinieri immediatamente dopo. L’assassino ha ucciso l’anziano praticamente sotto gli occhi di un tassista che lui stesso aveva fermato al volo, scendendo dall’auto della vittima. Infatti i due uomini erano arrivati a bordo di una macchina all’incrocio tra via Cavour e via dei Fori Imperiali e il più giovane era sceso dall’auto prendendo un borsone nel portabagagli. Nel frattempo ha fermato un taxi, poi si è diretto verso il posto di guida e ha sparato al pensionato che era al volante. A quel punto è salito sul taxi e ha chiesto al conducente di accompagnarlo alla caserma dei carabinieri più vicina dicendo: «Meglio che io mi costituisca prima che mi facciano fuori». I carabinieri hanno sequestrato la pistola, (una 6,35, calibro considerato un po’ piccolo per un killer) e stanno cercando di accertare il movente dell’omicidio.