Roma, ucciso a coltellate un uomo di 38 anni Era uno stalker, gli investigatori: "Vendetta"

E' accaduto verso mezzanotte e mezza in via Tiburtina, in zona San Basilio, non lontano da un distributore di
benzina. Soccorso, l’uomo è morto prima di arrivare
all’ospedale Sandro Pertini.
Sono subito intervenuti i carabinieri

Roma - Ancora sangue sulle strade della Capitale. Un uomo di 38 anni è stato aggredito ed ucciso a coltellate la scorsa notte. E' accaduto verso mezzanotte e mezza in via Tiburtina, in zona San Basilio, non lontano da un distributore di benzina. Soccorso, l’uomo è morto prima di arrivare all’ospedale Sandro Pertini.

I motivi dell'omicidio L'uomo ucciso era uno stalker e gli investigatori non escludono che l’omicidio possa essere la vendetta di persone vicine ad una vittima. Nella caserma di Montesacro i carabinieri stanno attualmente sentendo alcune persone. Il 38enne da alcuni anni perseguitava la ex convivente. Secondo una prima sommaria ricostruzione, l’uomo anche ieri notte l’avrebbe importunata e sarebbe poi fuggito. Proprio durante la fuga sarebbe rimasto senza benzina e si sarebbe fermato al distributore di benzina, nei pressi del quale è stato ripetutamente accoltellato ed anche colpito con altri oggetti contundenti.

Il secondo omicidio in due mesi A fine luglio un altro stalker morì a Roma. Bernardino Budroni, la notte tra il 29 ed il 30 luglio, dopo aver litigato con la sua ex fidanzata all’alba morì colpito da un proiettile durante un inseguimento della polizia sul Grande Raccordo Anulare. Dopo essere stato rintracciato dagli agenti, intervenuti proprio in seguito alla segnalazione al 113 fatta dalla sua ex fidanzata, Budroni tentò di scappare salendo in macchina e raggiungendo il raccordo anulare dove fu inseguito da una volante per circa 20 chilometri.