Roma a Udine per fermare la «crisetta»

«Roma in crisi? Diciamo che è una crisetta non irreversibile». Luciano Spalletti analizza così il momento negativo della sua squadra alla vigilia della trasferta di Udine. Partita da ex, dunque, per il tecnico toscano che dovrà rinunciare a Perrotta, ma anche agli esterni Cassetti e Tonetto. Probabile il ritorno al modulo a una punta, con un Totti non al meglio unico terminale d’attacco. «L’Udinese interpreta il calcio in modo spettacolare - dice ancora Spalletti - ma al di là del momento dobbiamo giocare la gara per vincerla». Anche per evitare il ritiro anticipato in vista della Champions.