La Roma-Viterbo di nuovo bloccata per un incendio

La ferrovia Roma-Viterbo è rimasta bloccata ieri dalle 17 fino alla chiusura su tutto il tratto urbano tra Flaminio e Montebello. La causa, un incendio divampato in una baracca di via Campo Sanpiero, all’angolo tra viale Tor di Quinto e via Flaminia. Attivato immediatamente il servizio sostitutivo su bus, le corse ferroviarie riprenderanno solo questa mattina. Per lo stesso motivo è stata deviata anche la linea bus 232. Le navette sostitutive hanno continuato il servizio fino alle 23 e 30, orario in cui si sarebbe concluse le corse della Roma-Viterbo. Molti i disagi per l’utenza. «Ennesimo disservizio di Met.Ro. sulla linea Roma-Viterbo - la denuncia del Codacons -. Centinaia di passeggeri si sono ritrovati a partire dalle 18 ammassati su un treno fermo alla stazione di piazzale Flaminio, all’interno del quale si sono raggiunte temperature tropicali, con un effetto sauna. Dal personale Met.Ro. sono arrivate informazioni contraddittorie. Per questo presenteremo un esposto contro Met.ro, in cui chiederemo di rispondere dei danni procurati agli utenti della linea in relazione non solo ai ritardi, ma anche allo stress fatto subire». Nell’incendio della baracca è rimasto lievemente intossicato un extracomunitario. L’uomo, non ancora identificato, ha detto ai vigili del fuoco intervenuti sul posto di essere portatore di quattro by-pass. Per questa ragione è stato trasportato in ospedale. La presenza della baraccopoli di via Campo Sanpiero era stata denunciata nei mesi scorsi dal capogruppo della Dc in Regione Fabio Desideri.