Il dramma di un anziano: tenta il suicidio lanciandosi dal ponte

È stato l'intervento di due agenti fuori servizio della Polizia di Roma Capitale ad avitare che l'uomo di 79 anni riuscisse nel suo tragico intento

Solo l'intervento di due agenti fuori servizio della Polizia locale di Roma Capitale ha evitato che un anziano riuscisse nel tragico intento di suicidarsi gettandosi dal ponte dalla tangenziale Est.

L'uomo, un settantanovenne, è stato notato dai due agenti che transitavano con la volante su via della Valli (direzione Conca d'oro), mentre tentava di arrampicarsi, in prossimità dell'uscita della Tangenziale est, sulla rete metallica di protezione posta lungo il ponte. La polizia ha immediatamente compreso le intenzioni di suicidio dell'anziana persona e sono prontamente intervenuti anche con l'ausilio di un cittadino di passaggio; l'uomo, in visibile stato di agitazione, ha ripetutamente opposto resistenza ai tentativi di dialogo da parte degli agenti; fortunatamente le forze dell'ordine sono riuscitite a far rilassare l’anziano instaurando un clima di fiducia con l'aspirante suicida al fine di convincerlo a desistere nel compiere il gesto.

Quando il settantanovenne ha, infine, accolto le richieste degli agenti è stato prontamente soccorso dal personale del 118; l’uomo, in evidente stato di shock, dopo aver fornito le proprie generalità (non aveva con se documenti di identità) è stato affidato alle cure del figlio accorso sul posto dopo essere stato rintracciato dagli agenti.