Un centurione deruba un turista al Colosseo e poi aggredisce un agente

Il centurione aveva rubato 60 euro a un villeggiante svizzero, poi era scappato e nella fuga aveva colpito un poliziotto

Il centurione ladro e violento del Colosseo che, prima, ruba i soldi a un turista e, poi, ha alzato le mani contro un poliziotto. La vicenda, come è ovvio, ha avuto luogo a Roma, all’ombra dell'Anfiteatro Flavio. Qui l'uomo, vestito da antico romano, ha raggirato un turista svizzero, sfilandogli 80 euro con un sotterfugio.

Mentre alcuni studenti elvetici in gita scolastica gli si sono avvicinati per fare una foto ricordo, il centurione ha infilato furtivo la mano nel portafoglio della sua preda, portandosi a casa il bottino.

Ma la sua furbata non è passata inosservata e il gruppetto di giovani gli ha chiesto conto di quanto appena successo. Momenti di concitazione che hanno richiamato l'attenzione di alcuni agenti di polizia, impegnati nel mantenere ordine e sicurezza nei pressi del Colosseo.

Alla vista degli agenti il centurione ha dato in escandescenza, insultando la scolaresca, ma la sua pantomima non ha ingannato i poliziotti che lo hanno perquisito trovando il denaro appena rubato sotto il mantello. Dunque, l'antico romano ha cercato di divincolarsi e di fuggire, colpendo con una spallata un uomo in divisa, oltre che insultare lui e il suo collega.

Queste le sue parole, riportate da Il Messaggero:"Domani vi faccio vedere io in tribunale. Vi rovino. Il mio avvocato ha le palle, voi mi avete rubato i miei soldi". L'uomo è stato accusato di furto destrezza e resistenza pubblico ufficiale e condannato a 9 mesi oltre a 300 euro di multa dal giudice.