Incidente di caccia in Scozia, italiano ucciso da un colpo di fucile

Un italiano è morto in Scozia durante una battuta di caccia, si chiamava Marco Cavola ed era originario dei Castelli Romani. Si trovava in Scozia insieme ad alcuni amici di Lariano

Un incidente di caccia ha scosso la comunità dei Castelli Romani: un imprenditore 42enne di Lariano è morto durante una battuta di caccia in Scozia. A ricordarlo, oltre al suo comune è stato anche il partito a cui era scritto che ha voluto omaggiarlo con un post. Il colpo, stando a quanto ricostruito, sarebbe partito dal fucile di un suo amico.

"Buono, onesto ed operoso, amato e stimato da tutti. Ma d'altronde si sa, ci lasciano sempre le persone migliori. E tu, caro Marco, lo sei sempre stato. Ti ricorderò per sempre amico mio", le parole di Massimo, un suo amico, riportate dal Roma Today. Marco Cavola lascia una moglie e tre figli, tutti minorenni. Due femmine e un maschietto. Era titolare di una ditta di movimento terra nel comune di Lariano ed era molto conosciuto nel territorio dei Castelli Romani.

Non è stato ancora stabilito il rientro della salma che dovrà essere lasciata a disposizioni delle autorità scozzesi che al momento stanno indagando su quanto avvenuto. Per adesso non sembra siano coinvolte forze italiane. La dinamica dell'incidente sembra essere chiara: un colpo di fucile è stato esploso da un suo amico che era partito con lui verso la Scozia e l'avrebbe preso in pieno.