Omicidio di Luca Sacchi, sequestrato il cellulare ​di Anastasia

La chiave per risolvere il mistero dietro la compravendita di droga potrebbe nascondersi nei contatti della fidanzata del giovane

La chiave per risolvere il mistero che si nasconde dietro all'omicidio di Luca Sacchi, il personal trainer 24enne ucciso a Roma nella notte tra il 23 e il 24 ottobre, potrebbe nascondersi nel cellulare di Anastasia, la fidanzata del ragazzo, indagata.

I carabinieri, infatti, hanno sequestrato il cellulare della ragazza, per analizzarne i contatti avuti nelle ultime settimane, anche via chat, per cercare di risalire alla persona che ha fornito a lei e a Giovanni Princi, finito in carcere, i 70mila euro presenti nello zaino, che dovevano servire per l'acquisto di 15 chili di droga.

La fidanzata di Luca è indagata per il tentato acquisto di droga ed è stata sottoposta alla misura dell'obbligo di firma. Mercoledì, la ragazza potrebbe essere convocata dal gip, per chiarire la sua posizione nella vicenda. Prima, però, i magistrati ascolteranno i due ragazzi sottoposti alla misura di custodia cautelare in carcere: si tratta di Marcello De Propris, 22 anni, accusato di concorso in omicidio, per aver fornito la pistola con cui Valerio Del Grosso ha sparato a Luca, e di Giovanni Princi, il pregiudicato, forse amico di Sacchi, che avrebbe portato avanti a trattativa con i pusher, probabilmente su richiesta di Anastasia. Gli inquirenti, infatti, sostengono che la ragazza e Princi fossero "pienamente inseriti nel circuito della compravendita di stupefacenti".

Secondo quanto riporta Repubblica, il cellulare di Anastasia non sarebbe l'unico a finire sotto sequestro. I carabinieri, infatti, avrebbero scoperto e sequestrato anche quello di Princi: si cerca nella sua rubrica segreta, per cercare il nome del finanziatore. Gli investigatori, infatti, sostengono nella compravendita di droga sia coinvolta anche un'altra persona, che avrebbe fornito il denaro a Princi e Anastasia.

Non basta conoscere gli assassini del giovane, già finiti in carcere. Gli inquirenti vogliono capire anche cosa sia davvero successo quella sera e i genitori di Luca Sacchi non si danno pace. "Vedendoti lì, stamattina mentre ti portavano via, io pensavo a Luca, a quanto ti amava, a quanto ti amavamo noi. E tu me lo hai fatto portare via! Tu devi venire da me, mi devi guardare negli occhi e dirmi quello che è successo. Perchè Luca stava con te? Luca non c'entra niente e tu lo sai", ha detto la mamma del giovane a La vita in diretta, lanciando un appello alla fidanzata del figlio. E il padre del giovane ha aggiunto, parlando con Agi: "Non so se tra Anastasia e Princi ci fosse qualcosa, però potrebbe essere Sono sensazioni di un papà, di una mamma. Di persone che hanno perso un figlio. Io Anastasia non la conosco più".

Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 01/12/2019 - 15:19

...era ora!

Ridolf

Dom, 01/12/2019 - 17:04

mai mettersi con una dell'est...la razza e' quella..se ti ci metti allora vuol dire che ti va bene cosi', quindi non sei proprio uno "tranquillo". D'altronde e' impensabile che lui fosse all'oscuro di cosa e quanto ci fosse nello zainetto della ragazza..