Paura sull'autobus: passeggero rapinato da un marocchino

I carabinieri, allertati dalle urla della vittima in zona Centocelle, hanno bloccato il malvivente: un 25enne marocchino senza fissa dimora e con precedenti

Paura su un bus di Roma dove un passeggero è stato minacciato e rapinato. È accaduto ieri notte a bordo di un mezzo pubblico della linea 314 in transito nella zona di Centocelle. Il mezzo transitava su via Prenestina, all’incrocio con via Girolamo Cocconi, quando i carabinieri hanno sentito le urla di un uomo che chiedeva aiuto e hanno notato il rapinatore che tentava di allontanarsi frettolosamente appena sceso dall’autobus.

I militari si sono avvicinati al giovane che, alla loro vista, li ha aggrediti con calci e pugni, prima di essere bloccato definitivamente. Gli agenti hanno poi ricostruito quanto accaduto: il malvivente, poco prima, a bordo dell'autobus, aveva rapinato un 39enne etiope, minacciandolo e facendosi consegnare lo smartphone, e alla prima fermata utile ha tentato di dileguarsi.

Identificato in un 25enne, cittadino marocchino, senza fissa dimora e con precedenti, il rapinatore è stato arrestato con le accuse di rapina aggravata e resistenza a pubblico ufficiale per poi essere condotto in caserma e trattenuto, a disposizione dell’autorità giudiziaria, in attesa del rito direttissimo. La refurtiva è stata recuperata e riconsegnata al proprietario.

Solo pochi giorni fa un cittadino libanese, verso le ore 2.30 del mattino, aveva preso di mira un autobus dell’Atac e l’aveva distrutto. Il mezzo era in transito su Via Casilina quando il 24enne decise mandare in frantumi i vetri. Il malvivente è stato arrestato con le accuse di danneggiamento aggravato di un mezzo pubblico, resistenza e interruzione di pubblico servizio. Fortunatamente l’autista non avrebbe riportato alcuna ferita.

Commenti

Brutio63

Lun, 14/10/2019 - 19:19

Grande risorsa al lavoro per pagare le nostre pensioni Ormai fanno come gli pare in Italia E troveranno un bravo magistrato progressista democratico Clemente In Marocco non ci sono guerre Italiani vanno in vacanza regolarmente in Marocco Bisogna portali alle loro ambasciate che se ne facciano carico con divieto di uscire se non per tornare a casa loro che NON È qui!