Roma, 13 rapine in pochi mesi: fermata la "gang delle bastonate"

I tre, romani e con precedenti, erano diventati l'incubo di commercianti e ristoratori di Roma Sud. La banda agiva con caschi integrali e moto rubate

Hanno preso di mira e assaltato tredici negozi in pochi mesi, diventando così l'incubo dei commercianti e ristoratori di Roma sud. Dopo lunghe indagini, la fuga dei tre banditi, di 27, 30 e 36 anni, è finita: due si trovano ora in carcere, mentre uno è agli arresti domiciliari.

I tre malviventi, tutti romani e con precedenti, agivano armati di coltelli e bastoni. Come riporta Il Messaggero, gli episodi erano concentrati in zona Arco di Travertino, Colli Albani, Tuscolano, Ostiense e Cinecittà. I tre agivano sempre con i volti coperti dai caschi integrali da motociclista, brandendo armi da taglio o bastoni per incutere timore alle vittime. I malviventi fuggivano poi a bordo di moto rubate.

I colpi erano studiati alla perfezione, con sopralluoghi pochi minuti prima della rapina. Grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza della zona, le forze dell'ordine sono riuscite però a risalire ai malviventi che ispezionavano i posti da colpire a volto scoperto.

"Abbiamo passato una estate di puro terrore. Non hanno risparmiato nessuno: supermercati, grosse catene commerciali, ristoranti. Non avevano paura di nulla", hanno raccontato i commercianti.

Commenti
Ritratto di giuliano lodola

giuliano lodola

Dom, 11/11/2018 - 13:55

E ora? quando leggeremo la pena?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 11/11/2018 - 14:05

Ora non capisco di uno che è agli arresti domiciliari. E che pena è. Molti di noi per poco siamo agli arresti domiciliari visto che usciamo poco eppure non abbiamo fatto niente di illegale.