Roma, arrestato scippatore seriale

I carabinieri hanno arrestato uno scippatore seriale: un 35enne di origini bosniache incastrato dalle immagini delle telecamere di sicurezza di un condominio

È finito nel carcere di Regina Coeli uno scippatore incastrato dalle telecamere di sorveglianza di un condominio di Roma che lo hanno ripreso mentre scippava un’anziana signora. Lo scippatore seriale è un uomo di 35 anni di origini bosniache con precedenti, che viveva presso il campo nomadi di via Candoni.

A dare esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere sono stati i carabinieri della Stazione Roma Appia. L’ordinanza è stata emessa dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Roma su richiesta della locale Procura della Repubblica - Gruppo reati gravi contro il patrimonio e gli stupefacenti, diretto dal Procuratore Aggiunto Dott.ssa Lucia Lotti.

Il 15 gennaio scorso il 35enne era stato già arrestato dai carabinieri. Una pattuglia lo aveva sorpreso in zona Appia alla guida di una Mercedes rubata e l’uomo era stato catturato dopo un inseguimento. All’interno dell’auto i carabinieri avevano trovato dei documenti che appartenevano ad al alcuni cittadini italiani, che erano stati scippati nei giorni precedenti.

Nell’ambito della successiva attività, portata avanti dai carabinieri della Compagnia Roma Casilina per contrastare i reati predatori, sono state ascoltate vittime e testimoni. Inoltre, i filmati della telecamera di videosorveglianza di un condominio hanno ripreso per interno uno degli episodi di scippo. L'uomo è stato infatti ripreso mentre derubava un'anziana signora.

I militari sono così risaliti alla responsabilità del 35enne indagato per gli eventi contestati, tre in totale. Gli scippi sono avvenuti tra la zona Appia e Centocelle. L’uomo è stato arrestato e portato presso il carcere di Regina Coeli.