Roma, distrugge reception hotel e aggredisce il personale: arrestato bengalese

Un bengalese è entrato in un hotel situato nel centro di Roma e ha distrutto la reception e aggredito il personale. Lo straniero si è, poi, scagliato contro i carabinieri

Momenti di terrore si sono vissuti ieri sera in un hotel situato nel centralissimo quartiere dell’Esquilino a Roma.

Un 23enne originario del Bangladesh è entrato nella struttura ricettiva situata in via Principe Amedeo, a due passi dalla stazione Termini, e ha distrutto la reception e ha aggredito il personale.

Dalle prime informazioni, il giovane immigrato è penetrato improvvisamente nella hall e, senza un motivo preciso, ha danneggiato i computer posti sul bancone. Non soddisfatto della sua azione, il ragazzo si è anche scagliato contro alcuni dipendenti intervenuti per riportare l’ordine.

La situazione, però, si è dimostrata fin da subito ingestibile. Per evitare che la violenza degenerasse, il personale è stato costretto ad allertare la centrale operativa del 112.

Sul posto, così, sono giunti immediatamente i carabinieri del Nucleo radiomobile di Roma. Alla vista dei militari, lo straniero si è ulteriormente innervosito e, invece di placare la propria furia, ha aggredito gli uomini dell’Arma.

Solo dopo una violenta colluttazione, i carabinieri sono riusciti a bloccare l’extracomunitario e ad ammanettarlo. Il 23enne è stato arrestato con le accuse di violenza, resistenza e lesioni a Pubblico ufficiale.

Due militari feriti nel corso dello scontro sono stati costretti a recarsi in ospedale per le cure necessarie.