Roma, negozi e centri commerciali sorvegliati speciali

In questi giorni di festa i carabinieri hanno arrestato a Roma quattro persone per furto nelle vie dello shopping e un giovane pusher in un centro commerciale

Nel periodo natalizio prosegue l’attività di controllo straordinario da parte dei carabinieri del comando provinciale di Roma, con negozi e centri commerciali sorvegliati speciali. Sono state arrestate cinque persone: una “multinazionale del furto” nelle vie dello shopping e un giovane pusher in un centro commerciale.

L’attenzione dei militari, impegnati in operazioni di vigilanza preventiva, si è focalizzata soprattutto sugli esercizi commerciali, oltre che sui luoghi di aggregazione all’aperto presenti nella Città Eterna.

Nelle vie dello shopping i carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno scoperto una sorta di “multinazionale del furto”, sorprendendo quattro persone in via Frattina intente a fare incetta di capi di vestiario e occhiali da sole in vari negozi. Si tratta di persone già note alle forze dell’ordine: due cittadini del Montenegro di 38 e 47 anni, una donna ucraina di 31 anni e un cittadino egiziano di 64 anni. Per prelevare la merce eludendo le barriere antitaccheggio, i ladri erano in possesso di borse schermate in maniera artigianale con fogli di alluminio.

Tutta la refurtiva è stata restituita ai proprietari. I quattro sono stati portati in caserma insieme alle loro “borse” e trattenuti in attesa del rito direttissimo. Dovranno rispondere di concorso in furto aggravato. Dagli accertamenti eseguiti, è emerso che il 64enne egiziano ha un provvedimento restrittivo a proprio carico, ed è stato deferito all’A.G. con l’accusa di evasione.

Un 17enne romano con precedenti è stato arrestato dai carabinieri della Stazione Roma Cinecittà. Davanti a una pattuglia a piedi in una delle gallerie del centro commerciale “Cinecittà 2”, il giovane era apparso nervoso. Insospettiti, i militari hanno proceduto a un controllo, trovando nelle tasche del 17enne decine di dosi di hashish e circa 90 euro, probabile provento della sua attività illecita.

Il giovane è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e posto agli arresti domiciliari, in attesa della decisione del l’Autorità Giudiziaria per i Minorenni.