Proteste anti rom a Torre Maura: denunciato per rapina chi buttò le ceste di pane

Sono 41 le persone denunciate nella capitale per le proteste anti nomadi del 2 aprile scorso a Torre Maura

Sono quarantuno, in tutto, le persone denunciate a Roma per le proteste anti rom del 2 aprile scorso, in quel di Torre Maura, periferia Est della capitale, dove i nomadi avrebbero dovuto andare a vivere, avendo ottenuto alcuni alloggi, scatenando la rabbia dei residenti.

Ecco, a seguito delle indagini effettuate dagli inquirenti sulle violenze e i disordini seguiti al trasferimento di alcune famiglie nomadi in una struttura di accoglienza nella borgata, la Digos ha depositato in procura un'informativa con la quale sono state segnalate, a vario titolo, 41 persone tra abitanti ed esponenti dell'estrema destra capitolina coinvolti nella vicenda. Di fronte all'ex Sprar di via Codirossoni si è consumata la tensione, con decine e decine di cittadini che hanno presidiato l'edificio per evitare il trasferimento di quegli ospiti da loro non graditi, alzando la voce anche contro il Campidioglio e il sindaco M5s Virginia Raggi, ritenuta responsabile della mala-gestione del caso specifico, oltre che delle periferie della Città Eterna, sempre più abbandonate a loro stesse.

Le ipotesi di reato a carico dei quarantuno indagati vanno dalla manifestazione non preavvisata all'incendio doloso, passando anche per danneggiamento, istigazione all'odio razziale, apologia del fascismo e interruzione di pubblico servizio.

Inoltre, sono stati identificati e dunque individuati dalle forze dell'ordine anche coloro che presero le ceste del pane che stavano per essere consegnata alle famiglie nomadi, gettandole a terra e calpestandone il contenuto, gettando ulteriore benzina sul fuoco delle polemiche: i responsabili di questo gesto, ora, dovranno rispondere dell'accusa di rapina.

Invece, per i fatti più recenti di Casal Bruciato, sempre nell'Urbs, è stata invece depositata sempre dalla Digos una informativa nella quale si evidenziano le prime responsabilità, mentre al vaglio degli investigatori ci sono altre posizioni. Non è dunque escluso che anche in questo caso possano scattare le denunce.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 10/05/2019 - 21:35

Rapina? Addirittura? Ma scherziamo? Ma va'.....Addaveni' il 26 maggio,ci vuole un ribaltone,ma veramente one one!

Ritratto di hardcock

hardcock

Ven, 10/05/2019 - 22:30

Se fosse servita un'altra conferma che le "forze dell'ordine" fossero al completo servizio della casta e contro i cittadini eccola pronta, fresca di giornata. Mao Li Ce Linyi Shandong China

carpa1

Ven, 10/05/2019 - 22:37

punto 1)...Accusa di rapina? Ma non siate ridicoli, cercate di riscattarvi chiamando le cose col loro vero nome e sanzionandole di conseguenza. Buttare a terra del pane e calpestarlo è un'azione moralmente deprecabile, ma nulla ha a che fare con il danno procurato. Le azioni contro la morale lasciatele valutare a chi è ancora in grado di farlo, dal momento che voi avete da tempo abdicato a questo dovere sociale; a questo proposito vi ricorderei solamente fatti della quotidianità non più sanciti come: mancanza di rispetto verso anziani, bullismo, atti osceni in luogo pubblico, bestemmie, esposizione e pubblicazione di immagini sconvenienti, ecc. segue 2)…

carpa1

Ven, 10/05/2019 - 22:37

punto 2)..Tutte cose non quantificabili in termini di danno se non di danno morale che, come dicevo, ormai più nessuno è in grado di quantificare in quanto tutte le leggi del buon senso in materia di civiltà sono ormai state cassate. Pensate piuttosto a quanti reati materialmente e realmente quantificabili lasciate correre e che non vengono sanzionati a dovere con carcere e/o sanzioni amministrative adeguate. I cosiddetti cessi sociali ne combinano di tutti i colori e, a fronte di decine o centinaia di vandali, procedete all’interrogatorio di 2 o 3 elementi per poi mandarli regolarmente liberi di delinquere di nuovo senza applicare alcuna sanzione. Ci sono poi quegli idioti dei writers e vandali di ogni genere; dove e quando vengono sanzionati?

kobler

Ven, 10/05/2019 - 22:41

Caso mai è sottrazione aggravata e li condannarei a portare per 1 anno il pane a quella famiglia... :-)

Una-mattina-mi-...

Sab, 11/05/2019 - 00:09

VISTO CHE I DELINQUENTI MULTIETNCI, TIPO I "GIA' NOTI", GLI "A PIEDE LIBERO" ECC. VAGANO INDISTRURBATI, QUALCUNO IN GALERA BISOGNERA' PUR METTERLO...

Seawolf1

Sab, 11/05/2019 - 07:31

tipico trattamento riservato agli italiani

Totonno58

Sab, 11/05/2019 - 08:31

Molto bene...e passiamo subito ad esaminare gli atti delinquenziali di Casl Bruciato!!

lappola

Sab, 11/05/2019 - 08:55

Si ma chi sono quelli ingenui che credono ancora che i rom mangino pane? Il pane lo mangiano gli Italiani che lavorano, che si spaccano la schiena per arrivare a fine mese. Quelli mangiano caviale e champagne perciò il pane sarebbe finito comunque nella spazzatura; e buttare via caviale e champagne sarebbe stato troppo costoso per gli Italiani.

Algenor

Lun, 13/05/2019 - 18:27

La percentuale di voti che M5S e PD prenderanno insieme nelle periferie romane il 26/5, sará pari alla percentuale degli storditi.