Romeno arrestato a Roma. Minacciava i passanti con un coltello

È stato arrestato un romeno di 20 anni dopo l'intervento di un agente libero dal servizio e gli uomini del commissariato Trevi perché stava spaventando le persone con un coltello

Tutto è avvenuto sulla linea A della metropolitana di Roma dove un romeno armato di coltello è finito in manette dopo aver minacciato alcuni passanti.

Ha aggredito una pattuglia degli uomini dell'Esercito che ogni giorno pattuglia le stazioni della metropolitana romana, in particolare l'affollatissima linea A. Alla stazione Barberini un romeno di 20 anni è finito ammanettato dopo una breve colluttazione, come riferisce Il Messaggero, avvenuta con un poliziotto che, in quel momento, si trovava fuori servizio e che è intervenuto insieme ai suoi colleghi del commissariato Trevi. Il ragazzo è stato ora denunciato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, oltre a porto abusivo di oggetti atti a offendere. Infatti, al momento dell'arresto, aveva ancora con sé il coltello che ha utilizzato per spaventare i passanti della metro che si sono trovati a passare in quel momento in cui il romeno ha dato in escandescenza. Dovrà essere ascoltato per riuscire a capire cosa sia successo e cosa lo abbia spinto a minacciare le persone, sarà anche sottoposto ad esami del sangue per vedere se aveva assunto alcol e sottoposto al drug test per capire se aveva assunto droghe.