"Spinto nel fiume", ex carabiniere rischia di annegare: giallo a Montesacro

L'uomo di circa 60 anni è stato spinto nel fiume Aniene rischiando di annegare

Ha rischiato di morire annegato nelle acque dell'Aniene un carabiniere in congedo di circa 60 anni spinto nel fiume da un persona ancora non identificata.

I fatti sono accaduti verso le 18 in zona Montesacro. Secondo una prima ricostruzione, l'uomo si trovava lungo gli argini dell'Aniene nei pressi di piazza Conca d'oro quando, senza riuscire ad accorgersi di ciò che stava accadendo, è stato spinto in acqua. Il 60enne è riuscito a salvarsi solo grazie all'aiuto di una donna che ha sentito le grida di aiuto mentre si occupava dell'orto di casa, sita in via dei Campi Flegrei, poco distante dalla pista ciclabile che costeggia il fiume. La donna vedendo l'uomo si è avvicinata e ha allungato lui un palo che il carabiniere in congedo ha afferrato riuscendo a tornare a riva. Appena in salvo è stato lui stesso a chiamare i soccorsi. Il carabiniere in congedo si trovava in zona per un appuntamento con un amico che sarebbe dovuto essere poco distante dal luogo dei fatti.

Gli agenti hanno verbalizzato il racconto del e ora, gli agenti del commissariato Fidene Serpentara, indagano per comprendere le dinamiche dell'accaduto, il movente e identificare l'autore del gesto che poteva costare la vita all'ex carabiniere.