Romagnoli: ecco chi sono i veri democratici

Da Milano

«Noi manifestiamo democraticamente. Qualcuno, purtroppo, non lo capisce. La colpa? L’irresponsabilità di alcuni rappresentanti del centrosinistra che lanciano ancora richiami all’antifascismo militante». Si è appena concluso il corteo del Ms-Fiamma tricolore e Luca Romagnoli, segretario nazionale del Ms-Fiamma tricolore, tira le somme. «Abbiamo dimostrato ai milanesi la nostra civiltà, alla faccia di quei democratici che volevano impedirci di manifestare». Riferimento alla Quercia che aveva già ottenuto la revoca di un’altra manifestazione della Fiamma tricolore prevista per il 21 gennaio: «Ci siamo attenuti alle indicazioni della Questura, abbiamo dimostra senso di responsabilità e ordine, anche se è costato molto per un piccolo partito come il nostro. Abbiamo avuto infatti un grosso danno economico e politico nella rinuncia». Romagnoli guarda però all’oggi e agli incidenti «organizzati» dice: «Abbiamo sottovalutato la poca intelligenza dell’avversario che ha danneggiato la proprietà privata, le vetture di molti milanesi. I centri sociali non hanno un modo civile di protestare. Noi non abbiamo sporcato neanche un muro».