Romani rifà la comunicazione

L’arrivo di Paolo Romani (nella foto) alla guida dei ministero dello Sviluppo economico sta creando subbuglio negli uffici del palazzo littorio di via Veneto. A finire nel mirino dello staff di Romani è l’ufficio stampa e comunicazione, guidato da Paolo Mazzanti, dove sono in corso grandi manovre. A farne le spese rischia di essere la truppa di collaboratori che faceva capo all’ex ministro Claudio Scajola. Come capita durante questi avvicendamenti, c’è il rischio concreto di uno spoil system. È il prezzo che spesso si paga quando si accetta di far parte dello staff di un ministro o di un importante esponente della finanza o dell’industria. A poco importano i risultati ottenuti e i rapporti intrapresi con la stampa. L’addio del capo, per un motivo o per l’altro, presuppone nelle maggior parte dei casi anche il rifacimento della squadra. E il settore della comunicazione, di solito, è quello a pagare il prezzo più alto.