La Romania è la nuova meta dei profughi nei Balcani

La Romania non era ancora stata interessata dall'esodo dei profughi che da un anno percorre i Paesi dei Balcani, sabato però 60 uomini sono stati fermati al confine con la Serbia mentre entravano nell'ex Paese comunista.

Turchia, Grecia, Macedonia, Serbia e Ungheria, è questa la rotta balcanica che i profughi provenienti dal Medio Oriente hanno percorso sino ad oggi.

Una rotta che da Istanbul porta sino al cuore dell'Europa, a Budapest. Poi, da lì, prosegue ancora sino in Germania o in Austria. Muri edificati intorno ai confini, misure di contenimento adottate dai Paesi europei, emergenza profughi. Ma come cambiano le persone che attraversano il vecchio continente così anche le vie di percorrenza si modificano ed infatti è notizia recente il tentativo di un gruppo di oltre 60 immigrati di penetrare in Romania.

Un Paese, quello di Bucarest, che sino ad oggi non era stato particolarmente coinvolto nell'arrivo dei migranti. Adesso sembra però che la situazione stia cambiando.

La polizia di frontiera romena ha infatti fermato il gruppo più consistente di rifugiati che sino ad oggi è entrato nei confini dell'ex Paese comunista. Tutti uomini, con un'età compresa tra i 20 e i 40 anni, originari di Pakistan, Iraq, Afghanistan Marocco e Somalia che stavano cercando di entrare in Romania dal confine con la Serbia.

Roxana Costache, portavoce della polizia romena, ha dichiarato che le forze di sicurezza hanno localizzato gli uomini attraverso sensori di calore e una volta fermati, i profughi, sono stati condotti nella caserma della città di Jimbolia dove sono stati sottoposti a un interrogatorio.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 19/01/2016 - 15:33

ma venite in Italia si sta meglio di tutti i paesi, poi calcoliamo che la Romania è un paese della Comunità Europea,si sensori ci calore pensavano già a stuprare donne italiane.,,

marco.olt

Mar, 19/01/2016 - 16:49

Attenzione che in Romania ci sono gli orsi, e i locali ortodossi ..gli fanno fare la fine di Ceausescu.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 20/01/2016 - 06:42

non credo che si possa impedire l'arrivo dei rumeni in Europa..

Ritratto di RomenoXPunizioneGiustizia

RomenoXPunizion...

Gio, 21/01/2016 - 22:44

Franco : sai forse che siamo gia' in Europa? Ma guarda che siete decine di migliaia a Bucarest, nella nostra capitale si parla dapertutto italiano, anche adesso in 2015 gi italiani sono sempre al primo posto tra le popolazioni migranti comunitarie (2.185.700 di cui 863.000 in Germania, 452.800 in Francia e 316.000 in Belgio) seguiti da portoghesi, spagnoli e greci, poi seguiamo noi rumeni. Gli italiani all'estero secondo le stime del Ministero per gli Affari Esterierano nel 1996 7.115.747, di cui il 43 per cento nelle Americhe e il 42,9 in Europa. L'entità  delle collettività  di origine italiana ammonta invece a decine di milioni, comprendendo i discendenti degli immigrati nei vari paesi. Al primo posto troviamo l'Argentina con 18milioni di persone, gli Stati Uniti con 14 milioni, il Brasile con 8 milioni, il Canada con un milione e l'Australia con 540.000 persone