La Romania prepara un bond

Gli avvenimenti della giornata di ieri hanno mosso di qualche frazione le quotazioni del Bund, mentre l’attenzione degli operatori si è rivolta ai titoli italiani, per il ripresentarsi del pericolo di una riduzione del rating del debito interno da parte di Fitch; la prima reazione è rappresentata da una impennata nello spread di rendimento tra Bund e Btp, salito a quota 29, un punto in più di martedì. In Europa, la Romania si ripresenta sul mercato, con un bond in Lei della Banca Mondiale per 150 milioni di euro.