Romanisti e laziali in lutto per la donna in fin di vita

Roma. I giocatori giallorossi e quelli laziali sono scesi in campo con una fascia nera al braccio in segno di lutto. Roma e Lazio hanno voluto dimostrare così il proprio sgomento dopo l’ultimo, efferato episodio di violenza che ha avuto per teatro la capitale. La vittima, una donna di 47 anni, martedì sera è stata violentata, massacrata e gettata in un fosso da un romeno subito arrestato dalla polizia. La donna è ora ricoverata in uno stato di coma cerebrale che i sanitari giudicano vicino all’irreversibilità.