Romano, l’architetto del green che si ispira a Faldo

Rafaela De Angelis

Ci sembra cosa utile e doverosa raccontare la storia di quei giocatori nazionali che sono la speranza di un futuro golfistico mondiale targato Italia. Quei personaggi noti a chi vive il mondo del golf quotidianamente, dall'interno di una Club House perché contagiato dalla passione che solo chi ha provato ad impugnare un ferro passeggiando in mezzo alla natura può capire. Parliamo di Andrea Romano, la punta di diamante che ogni circolo golfistico spera nasca all'interno del proprio campo pratica. Classe 1984, iscritto al Modena Golf & Country Club, pupillo del presidente Paolo Montorsi, cinquantenne con un passato di grande successo nel volley, tanto da essere per anni un leader della nazionale. E a Modena, la pallavolo, è come il calcio nel resto del Paese. Andrea Romano nasce come giocatore grazie all'esempio del fratello Marco che lo porta, all'età di dieci anni, a "praticare", e fin da subito si intuisce che il green è la sua sede naturale. Presente in nazionale dal 1999, anno in cui si aggiudica il titolo Nazionale Cadetti, l'anno successivo si impone nel Campionato Nazionale Juniores, e due anni dopo, trovato il ritmo giusto, inizia una striscia impressionante di successi: il Campionato Ragazzi 2002, i Campionati Internazionali di Francia 2002, i Campionati Internazionali d'Italia 2003, i Nazionali Juniores 2004. Indossa la polo Azzurra anche nel Quadrangolare Boys 1999, 2000 2002, agli europei Boys dal 2000 al 2002, partecipa ai Mondiali 2002 e agli Europei Juniores 2004 e oggi il giovane emiliano ha un exact handicap +2. Una mente brillante anche al di fuori delle 18 buche, diploma di Liceo Scientifico preso tra un viaggio e l'altro, frequenta oggi l'Università di ingegneria edile - architettura. La sua grande passione e costanza lo portano ad allenarsi quotidianamente per sentire vibrare la palla in maniera perfetta ad ogni colpo, ispirandosi a Nick Faldo suo modello dichiarato. La migliore dote caratteriale è senz'altro la tenacia e la ferma volontà di chi crede fino in fondo in ogni colpo che esegue.
I riflettori sono puntati su di lui anche perché siamo alla vigilia dei Campionati Internazionali d'Italia 2005 che si terranno da domani a domenica, presso il circolo di Villa d'Este (Co) dove ha già vinto 2 anni fa.