A Roman&Ramon piace lo shopping tricolore

Claudio De Carli

È l’accoppiata Roman&Ramon la vera minaccia al sacco. Roman Abramovich ha un organico che farebbe invidia ai Dallas Cowboys ma continua a setacciare il mercato mondiale con i contanti in mano. Ramon Calderon si è indebitato di promesse pur di ottenere la presidenza e ora qualcuna deve almeno tentare di mantenerla. Sono loro, Chelsea e Real, le uniche squadre con vere potenzialità economiche e un’offerta di qualità della vita di primissima fascia, a lusingare gli juventini in fuga. Perché alla fine, e dopo canoniche sentenze, solo la Juventus ha davanti una realtà che la costringe a guardarsi le spalle.
I club inglesi si sono improvvisamente fatti sotto dopo una serie di consigli agli acquisti apparsi sui tabloid subito dopo la sentenza di Roma e hanno messo sul tavolo sterline e contratti con grande ottimismo: «Quando sei un giocatore - ha dichiarato Sir Alex Ferguson manager del ManU -, cerchi sempre il massimo e il Manchester è la squadra migliore», subito dopo si è buttato su Patrick Vieira, notoriamente obiettivo dell’Inter. Il Sun ieri scriveva che il Tottenham Hotspurs ha puntato su Luca Toni per sostituire Mido e la probabile partenza di Defoe, inoltre ha contattato l’agente di Pavel Nedved che ha confermato l’aggancio: «Il mio assistito ha il potenziale per giocare in un top club europeo - ha dichiarato Zdenek Nehoda -. Oltre al Tottenham sono arrivate offerte anche dal Monaco, dagli Emirati Arabi e dal Qatar». Eppure sembrava di aver capito che Pavel avesse due sole alternative: cessare l’attività, oppure continuare con la Juve. C’è anche il Liverpool di Rafa Benitez in prima fila per Mauro German Camoranesi, altro obiettivo dell’Inter, con Manchester United e Valencia che hanno già preso contatti con l’agente del campione del mondo. L’Arsenal, altra squadra londinese, si sta inserendo nella trattativa che dovrebbe portare Buffon e Zambrotta al Milan: 50 milioni di valore, 40 per aprire una trattativa seria, 30 quelli offerti dal Milan. Ma il vero colpo Roman Abramovich lo sta preparando per portare a Londra e al Chelsea Fabio Cannavaro: «Il miglior difensore dei mondiali».
Con una piccola controindicazione: ieri i giornali madrileni davano Cannavaro ormai a un passo dalla firma con il Real di Calderon. Il quotidiano sportivo As non si è limitato a dare la notizia ma ha reso noti tutti i particolari: Cannavaro ha già deciso e ha anche comunicato la sua scelta a Fabio Capello. «Vengo a Madrid», avrebbe detto per telefono il capitano della nazionale al nuovo tecnico del Real che a sua volta avrebbe subito rassicurato Ramon Calderon dandogli il lieto annuncio: «Tranquillo presidente, Cannavaro verrà con noi». Dopo la visita di venerdì a Manchester dove hanno praticamente definito l’acquisto di Van Nistelrooy, oggi a Torino è annunciato l’arrivo di Pedja Mijatovic e Franco Baldini, il braccio armato di Calderon, per chiudere le trattative con il ds Alessio Secco, nel pacchetto anche il brasiliano Emerson. Ma i due potrebbero tornare a casa con la borsa della spesa vuota: non è semplicissimo chiudere con la Juventus che non vuole dare segnali di smobilitazione, i 30 milioni offerti per Cannavaro, Emerson e Zambrotta sono ritenuti insufficienti, grazie anche a Milan e Chelsea: ora, fanno sapere in corso Galileo Ferraris, ce ne vogliono almeno 45. Mijatovic e Baldini non sono qui solo per gli juventini, nonostante due denunce presso la Uefa per attività anti-regolamentare e un rifiuto categorico e senza ritorno di Adriano Galliani, la Casa Blanca continua a sognare il milanista Kakà, e ora lo fa con un’offerta pazzesca, il massimo che Calderon, all’indomani del suo insediamento, aveva posto come tetto a qualunque campione: 50 milioni di euro. Probabile ritorno a Madrid con la borsa vuota, per ora.