Romena fermata per sfruttamento di minori Martini: «Va sospesa la potestà genitoriale»

Di nuovo fermata dalla polizia, a Verona, per lo stesso reato la donna rom denunciata per accattonaggio e sfruttamento di minore lo scorso 12 luglio dal sottosegretario alla Salute Francesca Martini, che ora chiede che la magistratura sospenda la potestà genitoriale nei confronti della donna di nazionalità romena. Era stata fermata per ben quattro volte, di cui due nel giro di 10 giorni, in flagranza di reato. In una nota Martini ricorda che «l’impiego di minori nell’accattonaggio è un reato stabilito dal Codice penale, che prevede l’arresto da 3 mesi a 1 anno e per i genitori comporta la sospensione della potestà sui figli».