Romena rapita Chiesti 2.500 euro

Stanco di continuare a chiedere a un suo connazionale 2.500 euro che a suo dire gli spettavano come saldo per un vecchio debito, G.C., un romeno di 28 anni, ha deciso di rapire la convivente dell’uomo. La donna, una ventenne rom aveva accompagnato la suocera di 50 anni nell’appartamento di Cologno Monzese dove lavorava come domestica poi l’ha salutata perché doveva fare delle commissioni e non ha più fatto ritorno. Dopo diverse ore la cinquantenne ha ricevuto una telefonata dal cellulare della giovane nella quale un uomo le chiedeva soldi per la sua liberazione. Immediato l’allarme lanciato dei carabinieri che nel giro di 24 hanno teso una trappola al sequestratore nel parcheggio dell’Auchan di Vimodrone G.C., dove è arrivato convinto di avere i suoi soldi. Contemporaneamente hanno fermato vicino la stazione di Sesto due romene che tenevano prigioniera la ventenne.