Romeni bloccati dal vigilante: «Torna in Egitto»

Fermati nel tentativo di sottrarre una giacca, accusano la guardia: «Infastidisci noi europei»

Sorpresi a rubare all'interno di un grande magazzino di Cinisello, due romeni hanno tentato la fuga, ma quando la guardia giurata li ha bloccati l'hanno insultata invitandola a tornare al proprio Paese invece di «dare fastidio in Europa».
Più volte in passato i due avevano preso di mira il centro sportivo di abbigliamento Decathlon di Cinisello così, quando uno dei vigilantes in servizio li ha visti entrare, si è subito insospettito e li ha seguiti. Approfittando della folla accorsa per cercare un'occasione tra la merce in saldo, credendo di non essere visti, i due uomini hanno raggiunto il piano superiore. Poi, mischiandosi tra i clienti che affollavano il reparto abbigliamento hanno cercato di staccare la placchetta antitaccheggio a una giacca tecnica del valore di oltre 300 euro. Accortosi di quanto stava accadendo, sempre tenendo le «vecchie conoscenze» sotto controllo, un giovane egiziano che svolge servizio di controllo all'interno del magazzino ha così lanciato l'allarme alle forze dell'ordine. Bloccati dai carabinieri del nucleo operativo di Sesto San Giovanni mentre cercavano di uscire dal centro commerciale indossando la giacca rubata, i due romeni, entrambi sulla quarantina, hanno tentato la fuga. Raggiunti e immobilizzati dai militari, i due hanno allora accusato la giovane guardia giurata invitandola a tornare a casa propria. «Vattene via - gli hanno gridato -. Cosa vieni a fare qui? Perché non torni in Egitto?». Poi, tra lo stupore dei presenti, mentre i carabinieri li accompagnavano in auto, i due romeni hanno sottolineato che ormai la Romania è entrata in Europa e che loro sono cittadini come tutti gli altri, mentre il vigilante che li ha fermati è un extracomunitario che crea solo guai». Accompagnati in caserma, sono stati arrestati con l'accusa di furto dove attendono ora di spiegare la propria posizione al giudice per le indagini preliminari.