Romeni in fila sotto il sole senza assistenza

Caro Giornale,
per chi abita nei pressi di Piazzale Lotto, la scena cui è costretto ad assistere quotidianamente diventa sempre più penosa: decine di romeni sotto il sole costretti ad attese lunghissime per accedere al Consolato Romeno in via Gignese. L'attesa inizia alle 3 o alle 4 del mattino per garantirsi la precedenza; bambini piccolissimi, servizi igienici inesistenti, gente sdraiata per terra, pattume e sporcizia.
Il Consolato ha fatto costruire una sorta di gazebo dove si sperava questa gente potesse rifugiarsi. Purtroppo viene adibito ad ufficio dove i malcapitati entrano uno per volta: le liti non si contano e i vigili hanno dovuto intervenire più volte.
Lo spettacolo è indecente e questo trattamento, da parte del Consolato, una vergogna. Qui non si parla di problemi razziali ma di indignazione perché nessuno merita di essere trattato come un animale. È una questione di dignità.
Se facessimo finta di niente, gli animali saremmo noi che li abbiamo sotto gli occhi ogni giorno.