Romeni sempre più violenti, una rissa al giorno

(...) notato un uomo fuggire, insanguinato. L’hanno raggiunto e bloccato in piazza della Vittoria, dove si sono anche accorti che il ferito non era lui. Così sono tornati indietro e nei giardini hanno trovato un altro romeno, riverso a terra, sanguinante, con diverse ferite al volto e allo stremo delle forze. Prima di perdere conoscenza la vittima è riuscita a dire ai carabinieri che era steto aggredito dal più giovane che gli aveva rubato una banconota da cento euro. Quindi il quarantenne è stato trasportato al pronto soccorso del San Martino dove i medici gli hanno ridotto le fratture alla mascella e l’hanno giudicato guaribile in trenta giorni. Il ventinovenne è stato arrestato per rapina e lesioni gravi. Il fatto si aggiunge al lungo elenco di arresti e denunce legate all’immigrazione dai paesi dell’Est che riguarda un po’ tutte le città della Liguria. Solo sabato scorso a Ventimiglia, in un night era scoppiata una rissa tra una quindicina di clienti, italiani e romeni, che si era conclusa con sette arresti e numerosi feriti. A finire in manette sono stati cinque romeni e due italiani. Secondo le prime ricostruzioni fatte dai carabinieri, i componenti dei due gruppi, già alterati dall’alcol, si sarebbero affrontati all’interno del locale a colpi di calci, pugni e bottigliate in testa. Più o meno la stessa scena si è ripetuta domenica pomeriggio a Sampierdarena, dove dopo una rissa tra romeni e albanesi ci sono andati di mezzo anche i medici e i degenti dell’ospedale Villa Scassi, meta di una spedizione punitiva volta a «finire» i feriti.