Romeno trovato cadavere: ucciso con venti coltellate

Un uomo, presumibilmente un romeno di circa 40 anni, è stato ucciso a coltellate, più di venti, nella notte tra domenica e lunedì in via Mombaldone, nella zona di Casalotti. L’uomo, privo di documenti, è stato trovato riverso a terra in una pozza di sangue da una pattuglia dei carabinieri della stazione Casalotti, chiamata da alcuni cittadini. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri della compagnia Cassia, l’uomo avrebbe avuto prima una colluttazione con il suo assassino e poi sarebbe stato ferito ripetutamente alla schiena. Da un esame esterno risulterebbero circa una ventina le coltellate alla schiena, con l’aggiunta di altre alla testa. E anche se dovrà stabilirlo l’autopsia, sembra che il colpo mortale sia stato quello inferto alla tempia. La vittima, come testimoniano le tracce di sangue, avrebbe cercato di fuggire prima sopra un tetto e poi nel cortile di uno dei villini quadri-familiari che si trovano nella strada. L’unica abitazione con il cancello aperto, dove è poi morto. Gli abitanti della zona hanno chiamato il 112 in un primo tempo per segnalare la furibonda lite in corso, e poi perché spaventati dai lamenti dell’uomo.