Romeno ustionato nell’incendio della baraccopoli

Un romeno è rimasto gravemente ustionato in seguito a un incendio che ha distrutto ieri mattina alcune baracche in un accampamento di senza casa lungo la circonvallazione Salaria, all’altezza della sede della Fiat. Joulut Ramadam, di 20 anni, è stato sorpreso nel sonno dalle fiamme, insieme con la moglie Nicoletta Cotet, che è riuscita però a scappare, come gli altri occupanti dell’accampamento. Il giovane è stato portato all’ospedale Pertini ma è stato successivamente trasferito nel Centro ustioni del Sant’Eugenio per la gravità delle ferite. L’incendio è stato spento dai vigili del fuoco che, con una squadra di sommozzatori, ha scandagliato il fiume Aniene per accertare se qualche immigrato non avesse cercato di salvarsi dalle fiamme gettandosi in acqua. Non si esclude che le fiamme possano essersi sviluppate da qualche fornello a gas lasciato acceso. I pompieri hanno anche messo in sicurezza l’area dove c’erano numerose bombole di gas. Le ricerche della polizia hanno escluso che nell’incendio della baraccopoli possano essere rimaste ferite altre persone.